BEST (1991)

Copertina

TRACKS

  1. In questa città (Pino Daniele) – 3:45 (inedito)

  2. Sei bellissima (Claudio Daiano e Gian Pietro Felisatti) – 4:50

  3. Io resto senza vento (Oscar Avogadro, Rosario Jermano) – 3:46

  4. Canterò (Oscar Avogadro e Loredana Berté) – 3:08

  5. J’adore Venice (Ivano Fossati) – 4:04

  6. Io non ho (Pino Daniele) – 4:05 (inedito)

  7. Non sono una signora (Ivano Fossati) – 3:26

  8. Traslocando (Ivano Fossati) – 3:25

  9. Per i tuoi occhi (Maurizio Piccoli) – 3:49

  10. Buongiorno anche a te (Oscar Avogadro e Pino Daniele) – 3:27

 

 

 

Best 2

 

 

 

“Best” è una raccolta pubblicata dalla Wea in occasione della fugace apparizione di Loredana al Festival di Sanremo 1991.

La raccolta comprende alcuni dei migliori brani d’autore del primo periodo discografico di Loredana. Sono stati scelti soprattutto brani di Ivano Fossati e di Pino Daniele, autore degli inediti “In questa città” (in gara a Sanremo) e “Io non ho”,  entrambi pubblicati su singolo.

 

 

(Fonti: Wikipedia)

 

 

 

RECENSIONI E CURIOSITA’…

 

“In Questa Citta’. Ballata urbana che mette in risalto la splendida vocalità della Bertè in questo ritorno molto atteso. Con un testo che non concede nulla alla facilità, la canzone è un avvolgente dialogo dai toni disperatamente autobiografici. Proprio quello che era lecito aspettarsi da una primadonna assoluta”

 

Musica e Dischi – marzo 1991

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

“Una signora della canzone ben collaudata, è la Bertè che quest’ anno si presenta anche lei in versione nuova, o meglio in una veste più raffinata del solito…”

 

La Repubblica – 27 febbraio 1991

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

“… E sempre stasera ci sarà la Bertè con la canzone scritta da Pino Daniele: dicono che sia di pessimo umore, abbia cambiato albergo per dissensi col personale e che sia in attesa dell’ arrivo di suo marito Bjorn Borg…”

 

Il Corriere della Sera, 27 febbraio 1991

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

“Per la Bertè altri capricci e liste nere di proscrizione. Non si contano le sue bizze, dopo aver attaccato briga con le colleghe durante una foto di gruppo ha chiesto a Mariella Nava “E ‘tte chi sei, fai parte del casinò???” Ieri ha passato la giornata a decidere chi, fra gli invitati al Festival fosse degno di parlare con Lei. Pochissimi si sono salvati, quasi tutti invece si sono beccati un commentino acido. Alcuni le “fanno pena”, altri “non mi farei intervistare neanche morta”, altri ancora sono giudicati “scemi”

Il Giornale, 1 marzo 1991

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Sanremo 91: il ritorno di Loredana

 

Dopo un’assenza lunga tre anni Loredana Bertè riappare a Sanremo con un brano di Pino Daniele “L’ ha scritto pensando a me ed io me lo sento addosso come la pelle“. E’ stato “l’ uomo in blues” a convincere la “signora” a tornare al Festival. E lei ci va più agguerrita che mai “Voglio che finalmente stavolta tutti mi ascoltino con attenzione“; come sempre irrefrenabile e senza peli sulla lingua la Bertè avverte “Dovrete aprire bene le orecchie perché al Festival vado per stupire soltanto con la bellezza di IN QUESTA CITTA’… E’ l’ ultima occasione che concedo a Sanremo… vedremo se c’è giustizia e guai a chi mi romperà e parlerà di me come della signora Borg o per come sarò vestita. Mi si deve considerare solo come artista… è da 20 anni che sono nella musica!“. Loredana promette “Non mi presenterò con abiti particolari, anzi, mi mimetizzerò per tutte le sere… indosserò, che so? Una tuta da ginnastica“…

 

I look e la performance

Come promesso Loredana adotta un look sobrio con pantaloni o gonna di jeans e giacca di pelle. Esegue il suo pezzo arrangiato riccamente dall’ orchestra di Sergio Esposito. Quest’ annno ogni cantante italiano ha un collega straniero in gara con lui. A Loredana non è abbinato un grande nome, la ventiquattrenne americana Harriet  che però con la sua versione inglese di “In questa città” intitolata All that we are contribuisce a dare valore alla canzone.

Poco dopo la fine del Festival, Loredana in un programma intitolato “Top 20” canta “In questa città” e parla di un suo disco che dovrebbe uscire nel mese di Settembre contenente altri pezzi scritti in collaborazione con Pino Daniele… A tutt’ oggi stiamo ancora aspettando quell’ album

 

(Grazie ad Alberto Gilardi)